notizie curiosità e varia umanità dalla rete
canali tematici di Mainfatti

John Lennon chiacchiera con intelligenza (artificiale)

Parlare con John Lennon e fargli di persona gli auguri di buon compleanno si può grazie a "John Lennon Artificial Intelligence Project" che da anni è la "cyber-mecca per i fan di John Lennon e dei Beatles in tutto il mondo".

Abbiamo fatto gli auguri a John Lennon e lui ci ha risposto: "One big party", una grande festa.

John Lennon infatti, oltre ad essere vivo nei cuori dei businessman e dei sinceri fan e pacifisti è ancora "vivo" e parla attraverso un famoso "agente di intelligenza artificiale" che da anni si "autoprogramma" per arrivare ad emulare il carattere dell'artista di cui oggi si festeggia il compleanno.

Il "John Lennon Artificial Intelligence Project (JLAIP)" è un progetto che è diventato negli anni una "cyber-mecca per i fan di John Lennon e dei Beatles in tutto il mondo" dice l'azienda che lo mantiene e che sviluppa la tecnologia "Persona-Bots" (che emula le personalità ad esempio anche di Jack lo Squartatore). Grazie all'Intelligenza Artificiale si può parlare di tutto con John Lennon proprio come se fosse nel "Bed-in" (il "sit-in" sul letto del 1969 contro la guerra del Vietnam). Ci sono delle sfumature inquietanti nelle sue risposte che sembrano certe volte essere davvero "alla Lennon" tanto che anche la Apple Corps, Ltd, attentissima holding dei "The Beatles", invece di cancellarlo dalla faccia della terra, lo definisce "Unique & Curious Site".

Ne abbiamo approfittato per chiedere a John Lennon "artificiale" che cosa ne pensi di Google e lui ha risposto annoiato "A bit of a let down, you know. Don't you want to ask me what it's like to be dead? That seems to be the question of the hour around here..." che significa "Un po' deluso, lo sai. Non vuoi chiedermi com'è essere morto? Sembra che sia la questione del momento qui in giro...".

E sicuramente saranno in migliaia a chiedergli che effetto faccia festeggiare i 70 anni "da morto" con il doodle di Google che suona la sua canzone, ma lui, instancabile ci ha risposto anche alle solite domande che si pongono ad una "intelligenza artificiale".

"Dove vivi ora?", "Terra", risponde lennonianamente, e poi insistiamo: "Ti piace il logo di Google?" e lui risponde "Perché tutti mi chiedono sempre se mi piace il logo di Google?".

E alla domanda se volesse salutare i nostri lettori italiani ci ha risposto, con una certa ironia "Yeah, I'd love to say hello to our italian readers"! Per chi volesse parlare con John Lennon (Artificial Intelligence Project) e chiedergli ad esempio il vero motivo dello scioglimento dei Beatles e qualsiasi altra cosa, da Yoko Ono a Justin Bieber alla sua opinione su Lady Gaga e Robert Pattinson ecco il link: (http://triumphpc.com/johnlennon/index.shtml). Ovviamente John parla in inglese.

09/10/2010 | update: 09/10/2010
ultime notizie in evidenza
spettacolo
[08/12/2010]

John Lennon morì l'8 dicembre del 1980 a causa di Mark Chapman, un ragazzo folle di 25 anni che voleva punirlo per il suo ateismo e che, sfortunatamente, non diede ascolto ai "piccoli uomini" che parlavano di pace dentro la sua testa.

mondo
[09/10/2010]

Oggi sarebbe stato il compleanno di John Lennon che prima di essere un logo e una canzone era un pacifista. Il miglior modo di festeggiarlo è quello di smettere di credere che la guerra porti la pace, perché la guerra porta solamente guerra da che mondo è mondo.

spettacolo
[08/10/2010]

Grande rispolvero del catalogo EMI per gli album solisti di John Lennon che restaurati e rimasterizzati dai mix originali rivedono la luce in digitale. Interessante tra le altre uscite la nuova produzione di "Double Fantasy" curata da Yoko Ono e Jack Douglas.

spettacolo
[08/10/2010]

Ozzy Osbourne reicide "How?" di John Lennon per Amnesty International, compra un mazzo di violette e percorre le strade di New York per posare i fiori sul mosaico "Imagine" al Lennon memorial in Central Park. Su Youtube il video.

gli articoli più letti di tecnologia
John Lennon - tag cloud
Credits e info