le notizie che fanno testo, dal 2010

CGIL, CISL, UIL: no intesa. Camusso: Renzi vuole garantire libertà di licenziare

Non ci sarebbe stata nessuna intesa tra CGIL, CISL, e UIL, che questa mattina si sono incontrati per fare il punto sulla linea che i tre sindacati intendono perseguire in merito al Jobs Act. Susanna Camusso sottolinea: "Matteo Renzi ha detto una cosa che non era mai stata detta in questo Paese: il punto è la garanzia alle imprese della libertà di licenziare".

Non ci sarebbe stata nessuna intesa tra CGIL, CISL, e UIL, che questa mattina si sono incontrati per fare il punto sulla linea che i tre sindacati intendono perseguire in merito al Jobs Act e all'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, che ancora una volta Matteo Renzi ha ribadito voler abolire. Prima della riunione, Susanna Camusso, leader della CGIL fa notare inoltre che Matteo Renzi, parlando a Che tempo che fa, "ha detto una cosa che non era mai stata detta in questo Paese: il punto è la garanzia alle imprese della libertà di licenziare". Intervistato da La Stampa, Raffaele Bonanni, segretario generale dimissionario della CISL, sostiene invece che il compito del sindacato "non è solo criticare il governo ma anche indicare delle strade, delle soluzioni per uscire dalla crisi". Il problema, potrebbe far notare qualcuno, è che Renzi afferma di non voler "trattare con nessuno".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: