le notizie che fanno testo, dal 2010

Atti S. Lucia irrilevanti. Bocchino: Frattini fattorino di Berlusconi

La Procura di Roma comunica che le carte di Santa Lucia, in merito alla casa di Montecarlo ex di AN, sarebbero "irrilevanti". Bocchino spiega che Berlusconi è il "committente" del dossieraggio su Fini e che Frattini è il "fattorino del suo padrone di partito".

Ieri il Ministro degli Esteri Franco Frattini ha riferito al Senato in merito alla casa di Montecarlo lasciato in eredità ad AN (Alleanza Nazionale) da una militante ed ora nella disponibilità di Giancarlo Tulliani, fratello dell'attuale compagna Di Gianfranco Fini.
Ciò che si vorrebbe dimostrare è che dietro l'offshore che ha acquistato la casa di Montecarlo ci sia appunto Giancarlo Tulliani e che la vendita dell'appartamento sia avvenuta ad un prezzo più basso rispetto al valore di mercato.
Le carte di Santa Lucia su cui ha riferito Frattini, però, sarebbero solo "l'appunto del 16 settembre dove c'è scritto che Giancarlo Tulliani è il beneficiario finale, cioè l'affittuario in questo momento di quell'appartamento e si dice che quell'appartamento è riconducibile a delle società di Santa Lucia" spiega ieri durante la puntata di Annozero Italo Bocchino.
Oggi arriva poi la notizia dalla Procura di Roma, titolare dell'indagine, che il contenuto della carte arrivate dal governo di Santa Lucia "appare del tutto irrilevante circa il thema decidendum" e che quindi "la richiesta di archiviazione formulata da questo ufficio il 26 ottobre 2010 è fondata, quale che sia il reale acquirente dell'immobile, sulla mancanza di elementi costitutivi dell'ipotizzato delitto di truffa".
Sempre ieri sera da Michele Santoro, Italo Bocchino spiega pacatamente ma in maniera chiara che in merito alla vicenda della casa di Montecarlo si sta "solo fabbricando dossier perché il problema di Berlusconi è distrarre l'opinione pubblica, sicuramente su commissione".
Per Bocchino, quindi, il "committente" di questo dossieraggio "si chiama Silvio Berlusconi" che "ha utilizzato il suo ruolo di Presidente del Consiglio per farlo e il ruolo di Ministro degli Esteri di Frattini".
"Così si scardinano tutti i principi delle istituzioni, ma la cosa grave è che Frattini l'ha richiesto al governo di Santa Lucia quel documento senza che nessuno gli avesse avanzato alcuna richiesta in tal senso - continua Bocchino - Che l'ha fatto non per via diplomatica ma per via privata e quindi mettendosi al servizio della campagna di denigrazione voluta da Berlusconi. Ha fatto né più né meno che il fattorino del suo padrone di partito".
Dallo studio di Annozero anche Rosy Bindi ci tiene a precisare: "Noi non abbiamo mai visto Frattini in tutti questi anni venire a fare un'informativa sulla politica estera. Abbiamo il Nord Africa in questa situazione, abbiamo i nostri soldati che muoiono in Afghanistan, il povero Vito, che è il Ministro per i Rapporti col Parlamento, che sostituisce puntualmente i ministri durante il question time, che è l'unico momento nel quale obbligatoriamente ci deve essere un ministro - concludendo - E oggi (ieri, ndr) si presenta (Frattini, ndr) per la prima volta al Senato dal 2008 per leggere l'informativa di Santa Lucia...".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: