le notizie che fanno testo, dal 2010

Vendite al dettaglio: più 2,7% in un anno

"A febbraio 2016 le vendite al dettaglio registrano un incremento congiunturale dello 0,3% sia in valore che in volume. I prodotti alimentari sono la componente più dinamica (+0,7% in valore e +0,8% in volume)", scrive in una nota l'Istat.

"A febbraio 2016 le vendite al dettaglio registrano un incremento congiunturale dello 0,3% sia in valore che in volume. I prodotti alimentari sono la componente più dinamica (+0,7% in valore e +0,8% in volume )" informa in un comunicato l'Istat.
"La crescita mensile in valore segnala un'accelerazione delle vendite rispetto alla dinamica congiunturale stazionaria registrata per l'ultimo trimestre (dicembre 2015-febbraio 2016). Questo risultato riflette un significativo incremento in valore dei prodotti alimentari (+0,7%) a fronte di una debole crescita degli altri prodotti (+0,1% ). Rispetto a febbraio 2015 - evidenzia dunque l'ente pubblico di statistica -, il valore delle vendite aumenta complessivamente del 2,7% in valore ed, in misura più contenuta, in volume (+2,2% ). La crescita più sostenuta si rileva per i prodotti alimentari (+3,3% in valore e +3,6% in volume )."
"Per quanto riguarda gli altri prodotti, gli aumenti tendenziali più marcati in valore si rilevano per i prodotti di profumeria, cura della persona (+3,1%) e utensileria per la casa e ferramenta (+2,7% )" prosegue l'Istituto di via Cesare Balbo.
"L'incremento tendenziale in valore è più sostenuto per la grande distribuzione (+3,5%) rispetto alle imprese che operano su piccole superfici (+1,8% ). L'aumento più consistente in valore interessa le imprese con almeno 50 addetti (+3,7% )" viene scritto infine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# aumenti# imprese# Istat# vendite al dettaglio