le notizie che fanno testo, dal 2010

Istat: deficit-PIL Amministrazioni pubbliche al 5,6%, calano le uscite

"Nel primo trimestre 2015 l'indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (AP) (dati grezzi) è stato pari al 5,6% del Prodotto interno lordo (PIL). Nel corrispondente trimestre dell'anno precedente era stato pari al 6%", viene esposto in un comunicato dall'Istat.

"Nel primo trimestre 2015 l'indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (AP) (dati grezzi) è stato pari al 5,6% del Prodotto interno lordo (PIL). Nel corrispondente trimestre dell'anno precedente era stato pari al 6%" viene scritto dall'Istat.
"Il saldo primario (indebitamento al netto degli interessi passivi) è risultato negativo per 7.192 milioni di euro. L'incidenza sul PIL è stata di -1,8% sostanzialmente stabile rispetto a quella registrata nel primo trimestre del 2014 (-1,7%)" prosegue l'Istituto di statistica.
Si continua inoltre: "Il saldo corrente (risparmio) è stato pari a -11.578 milioni di euro (era stato -12.402 milioni di euro nel corrispondente trimestre dell'anno precedente), con un'incidenza sul PIL di -3,0%."
"Nel primo trimestre 2015 le uscite totali sono diminuite, in termini tendenziali, dello 0,7%. L'incidenza sul PIL è stata pari al 48,5%, in riduzione rispetto al 49,0% del primo trimestre 2014. Le uscite correnti sono scese dello 0,3% e quelle in conto capitale del 7,4%" si osserva.
Si fa sapere in conclusione: "Le entrate totali nel primo trimestre del 2015 sono aumentate dello 0,3% rispetto allo stesso trimestre del 2014, grazie all'incremento dello 0,2% delle entrate correnti. La pressione fiscale è stata pari al 38,7%, risultando invariata rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: