le notizie che fanno testo, dal 2010

Istat: cresce clientela alberghi nel terzo trimestre 2015, soprattutto italiani

"Nel terzo trimestre 2015, sulla base dei dati finora disponibili, gli arrivi negli esercizi ricettivi sono stati pari a 42,7 milioni di unità e le presenze a oltre 191,4 milioni, con aumenti, rispetto al terzo trimestre del 2014, rispettivamente del 3,1% e del 2,7%", rivelano in una nota dall'Istituto di statistica.

"Nel terzo trimestre 2015, sulla base dei dati finora disponibili, gli arrivi negli esercizi ricettivi sono stati pari a 42,7 milioni di unità e le presenze a oltre 191,4 milioni, con aumenti, rispetto al terzo trimestre del 2014, rispettivamente del 3,1% e del 2,7%" si comunica dall'Istat.
"Si sono registrate 102,3 milioni di presenze di clienti residenti - illustra in conclusione nella nota l'Istituto nazionale di statistica -, che rappresentano il 53,4% delle presenze totali. Le presenze dei non residenti sono state circa 89,2 milioni. Le presenze negli esercizi alberghieri sono state pari a circa 114,3 milioni di unità, corrispondenti al 59,7% delle presenze totali, mentre le presenze negli esercizi extralberghieri ammontano a circa 77,2 milioni. La crescita delle presenze nel terzo trimestre 2015, rispetto allo stesso periodo del 2014, è stata trainata soprattutto dalla componente residente della clientela, aumentata del 3,5%, rispetto ad una crescita dell'1,7% di quella non residente. Le presenze per tipologia di esercizio hanno mostrato incrementi per entrambe le tipologie: +2,8% le strutture alberghiere e +2,4% le strutture extralberghiere. La permanenza media è lievemente diminuita, passando da 4,50 giornate nel terzo trimestre del 2014 a 4,48 nel terzo trimestre del 2015, con valori in calo solo per la componente non residente della clientela (-0.04 giornate). I dati relativi all'anno 2014 sono definitivi."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# aumenti# Istat