le notizie che fanno testo, dal 2010

Istat: aumenta reddito e risparmio delle famiglie

"Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in valori correnti nel primo trimestre del 2015 è aumentato dello 0,4% rispetto al trimestre precedente e dello 0,6% rispetto al corrispondente periodo del 2014", fa sapere in un comunicato l'Istituto italiano di statistica.

"Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in valori correnti nel primo trimestre del 2015 è aumentato dello 0,4% rispetto al trimestre precedente e dello 0,6% rispetto al corrispondente periodo del 2014. Tenuto conto dell'andamento dei prezzi, il potere di acquisto delle famiglie consumatrici è aumentato dello 0,6% rispetto al trimestre precedente e dello 0,8% rispetto al primo trimestre del 2014" comunicano dall'Istat.
L'ente statistico dello Stato prosegue poi: "La spesa delle famiglie per consumi finali, in valori correnti, è diminuita dello 0,2% rispetto al trimestre precedente ed è aumentata dello 0,1% rispetto al corrispondente periodo del 2014. Nel primo trimestre del 2015 la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici, al netto della stagionalità, è stata pari al 9,2%, in aumento di 0,4 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 0,6 punti percentuali rispetto al corrispondente trimestre del 2014."
L'Istituto italiano di statistica rende noto in ultimo: "Il tasso di investimento delle famiglie consumatrici è stato pari al 6%, stabile rispetto al trimestre precedente e in diminuzione di 0,1 punti percentuali nei confronti del primo trimestre del 2014. La quota di profitto delle società non finanziarie, pari al 40,2%, è rimasta stabile rispetto al trimestre precedente, mentre ha segnato una diminuzione di 0,8 punti percentuali rispetto al corrispondente trimestre del 2014. Il tasso di investimento delle società non finanziarie è stato pari al 20,1%, con un aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 0,4 punti percentuali rispetto allo stesso trimestre del 2014."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# consumi# Istat# potere di acquisto# reddito