le notizie che fanno testo, dal 2010

Istat: ad ottobre cresce il clima di fiducia delle imprese italiane

L'Istat pubblica gli ultimi dati sul clima di clima di fiducia delle imprese italiane, rivelando che ad attobre 2014 l'indice composito sale a 89,3 da 86,9 di settembre. L'Istat precisa quindi che il clima di fiducia delle imprese migliora in tutti i settori: manifatturiero, dei servizi di mercato, delle costruzioni e del commercio al dettaglio.

L'Istat pubblica gli ultimi dati sul clima di clima di fiducia delle imprese italiane, rivelando che ad ottobre 2014 l'indice composito (Iesi, Istat economic sentiment indicator), espresso in base 2005=100, sale a 89,3 da 86,9 di settembre. L'Istat precisa quindi che il clima di fiducia delle imprese migliora in tutti i settori: manifatturiero, dei servizi di mercato, delle costruzioni e del commercio al dettaglio. In particolare, l'indice del clima di fiducia delle imprese manifatturiere sale a 96 dal 95,5 di settembre. I giudizi sugli ordini migliorano lievemente (da -26 a -25, il saldo) e le attese di produzione rimangono stabili (a 2); il saldo relativo ai giudizi sulle scorte di magazzino rimane invariato (a 3). Anche l'analisi del clima di fiducia per raggruppamenti principali di industrie (Rpi) indica un miglioramento per i beni di consumo (da 95,5 a 95,7) e per i beni intermedi (da 95,9 a 97,5) e una stabilità per i beni strumentali (a 95,9). L'Istat evidenzia inoltre che sale altresì l'indice del clima di fiducia delle imprese di costruzione, passando a 77,5 dal 75,5 di settembre. Migliorano infine le attese sull'occupazione (da -23 a -21 i saldi) mentre peggiorano i giudizi sugli ordini e/o piani di costruzione (da -48 a -50). Infine, l'Istat certifica che nel mese di ottobre, l'indice destagionalizzato del clima di fiducia delle imprese dei servizi sale a 89,2 dal 85,1 di settembre. Migliorano quindi tutte le componenti che contribuiscono all'indice: crescono i saldi relativi ai giudizi e alle attese sugli ordini (da -17 a -15 e da -4 a 1, rispettivamente) e alle attese sull'andamento dell'economia italiana (da -33 a -28). La fiducia migliora anche nel commercio al dettaglio, che sale a 93,9 da 92,1 di settembre, crescendo sia nella grande distribuzione (da 89,9 a 91,8) sia in quella tradizionale (da 94,8 a 96,7).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# imprese# Istat# occupazione# saldi