le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni Israele, Netanyahu: se vinco non ci sarà mai uno Stato palestinese

Alla vigilia delle elezioni in Israele, il primo ministro Benjamin Netanyahu ha promesso che finché lui rimarrà leader di di Israele non verrà mai riconosciuto lo Stato palestinese.

Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha promesso che finché lui rimarrà leader di di Israele non verrà mai riconosciuto lo Stato palestinese, invertendo di fatto il suo sostegno per una soluzione a due Stati per il conflitto israelo-palestinese. La dichiarazione di Netanyahu arriva alla vigilia delle elezioni ad Israele, che lo vede in svantaggio nei sondaggi. Netanyahu ha anche visitato Har Homa, un quartiere di Gerusalemme, spiegando di aver autorizzato la costruzione durante il suo primo mandato per bloccare l'espansione dei palestinesi a Betlemme, e quindi evitare che un "Hamastan" germogliasse nelle colline vicine. Hamastan è un neologismo che fonde le parole "Hamas", organizzazione militante palestinese e partito politico, e "stan", suffisso di origine persiana che indica "casa / luogo". Xavier Abu Eid, un portavoce dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina, commenta: "Netanyahu ha confermato per la prima volta quello che stamo denunciato da anni. - sottolineando - Har Homa non è un 'innocente quartiere vicino a Gerusalemme' nei territori occupati ma ha lo scopo di dividere Gerusalemme Est da Betlemme".

© riproduzione riservata | online: | update: 16/03/2015

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Elezioni Israele, Netanyahu: se vinco non ci sarà mai uno Stato palestinese
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI