le notizie che fanno testo, dal 2010

Ancora alta la tensione a Gerusalemme est: auto contro pedoni. Un morto

E' di un morto e 14 feriti, tra cui 3 gravi, il bilancio dell'attacco terroristico avvenuto oggi a Gerusalemme est, dove un'auto si è diretta contro una folla di persone a Shimon HaTzadik Street, vicino all'ingresso della capitale. Questa mattina la Spianata delle Moschee era stata chiusa (e poi riaperta) dopo gli scontri avvenuti fra polizia e palestinesi, esplosi quando un gruppo di attivisti israeliani di estrema destra ha tentato di accedere al sito.

E' di un morto e 14 feriti, tra cui 3 gravi, il bilancio dell'attacco terroristico avvenuto oggi a Gerusalemme est, dove un'auto si è diretta contro una folla di persone a Shimon HaTzadik Street, vicino all'ingresso della capitale. Secondo le prime testimonianze, il veicolo ha colpito diversi pedoni sulla Highway 1, a una fermata dell'autobus all'angolo di Shimon HaTzadik Street, continuano poi la folle corse fino all'incrocio di Moshe Zaks Street, dove ha investito altri pedoni. Il quotidiano Haaretz riporta che l'autista è quindi uscito dall'auto, iniziando a colpire le persone con un asta di metallo prima di essere ucciso dalla polizia israeliana. Un rappresentante di Hamas, Fawzi Barhoum, avrebbe elogiato l'attentato definendola "operazione eroica" e chiedendo "altre operazioni" simili. Il ministro dell'Economia di Israele, Naftali Bennett, considera invece direttamente responsabile dell'attacco il presidente della Palestina Mahmoud Abbas, affermando: "E' Abu Mazen ad aver guidato l'auto della morte e i terroristi sono suoi emissari. - aggiungendo - Israele deve dire chiaramente che il governo Fatah-Hamas è un'organizzazione terroristica e dobbiamo agire di conseguenza". Il portavoce di Hamas Sami Abu Zuhri ha invece replicato sostenendo che l'attacco è stata una "risposta naturale" per i crimini israeliani avvenuti a Gerusalemme, invitando i palestinesi a proteggere e difendere la moschea di Al-Aqsa.

Questa mattina, infatti, la Spianata delle Moschee era stata chiusa (e poi riaperta) dopo gli scontri avvenuti fra polizia e palestinesi, esplosi quando un gruppo di attivisti israeliani di estrema destra ha tentato di accedere al sito. Una settima fa un esponente del movimento, Yehuda Glick, è rimasto gravemente ferito a seguito di un agguato palestinese. Il movimento rivendica la legittimità per gli ebrei di pregare sul Monte del Tempio, oggi però divenuto la Spianata delle Moschee e terzo luogo santo dell’Islam. Gli scontri di questa mattina sono iniziati quando un gruppo di attivisti israeliani di estrema destra si è presentato all’ingresso per i visitatori della Spianata poiché intenzionati a pregare per la guarigione di Yehuda Glick. Contro gli israeliani sono stati lanciati da decine di manifestanti palestinesi sassi e petardi, che si sono rifugiati nella moschea di Al-Aqsa dopo l'intervento della polizia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: