le notizie che fanno testo, dal 2010

Nucleare: Iran accusa Siemens per fornitura impianti "esplosivi"

L'Iran accusa la tedesca Siemens di aver fornito dei macchinari per i suoi impianti nucleari dotati di "mini cariche esplosive" pronte a "saltare in aria" all'avvio dei sistemi. Siemens rispedisce le accuse al mittente.

La multinazionale tedesca Siemens avrebbe fornito dei macchinari per gli impianti nucleari iraniani dotati di "mini cariche esplosive" pronte ad esplodere al loro avvio. Questa è l'accusa di Alaeddin Boroujerdi, Capo del Comitato per la sicurezza nazionale del Parlamento di Teheran che ha spiegato come la minaccia sia stata sventata dai servizi segreti. L'accusa viene respinta da Siemens che sottolinea oltretutto di non avere nessun tipo di rapporto con il programma atomico iraniano se non quello "storico" iniziato nel 1974 con la costruzione del primo reattore iraniano di Bushehr. Il rapporto "atomico" con l'Iran da parte di Siemens è stato interrotto nel 1979 quando Khomeini salì al potere. L'impianto nucleare di Bushehr, che si affaccia sul Golfo Persico, è stato completato dai russi nel 2011 in base ad un accordo siglato nel 1995.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Iran# nucleare# Parlamento# servizi segreti# Siemens