le notizie che fanno testo, dal 2010

Zanetti Story: il film? Pensavo fosse uno scherzo

"Non credevo che potessero fare un film su di me. Quando ho sentito la proposta dei registi pensavo fosse uno scherzo" ammette Javier Zanetti durante la presentazione al San Siro Store del lancio del Dvd e Blu-ray di "Zanetti Story".

"Non credevo che potessero fare un film su di me. Quando ho sentito la proposta dei registi pensavo fosse uno scherzo" ammette Javier Zanetti durante la presentazione al San Siro Store del lancio del Dvd e Blu-ray di "Zanetti Story", aggiungendo: "In realtà facevano sul serio, sono andati in Argentina, hanno parlato con mio padre... La sera della proiezione è stata da record e questa è un'ulteriore dimostrazione del legame che si è creato con i tifosi. Adesso, nel dvd che sarà in vendita da domani, abbiamo aggiunto alcuni momenti post Madrid che volevo condividere con i tifosi".
Zanetti poi torna a parlare dell'Inter in vista della sfida di sabato: "A Napoli la squadra ha dimostrato grande carattere, ha fatto un secondo tempo straordinario. Non era facile su un campo molto difficile come il 'San Paolo', in inferiorità numerica. I ragazzi ci hanno creduto fino alla fine. Usciamo a testa alta, si è capito il nostro valore e se giochiamo così vinceremo tante partite. Adesso dobbiamo tornare al successo contro il Genoa".
Zanetti non parla di scudetto ma si augura che l'Inter "possa restare in alto fino alla fine. - aggiungendo - Lunedì c'è stata una dimostrazione di consapevolezza delle nostre forze. Mancini sta facendo un grande lavoro, c'è un bell'ambiente e c'è grande spinta da parte dei nostri tifosi"
"Può capitare che un attaccante attraversi un periodo meno positivo" sottolinea Zanetti commentando la situazione di Mauro Icardi, consigliando all'attaccante di rimanere "tranquillo" perché "ha la fiducia di tutti in società e in squadra. - concludendo - Sono sicuro che tornerà a segnare con continuità e non smetterà più. La fascia non è un problema, Mauro ha personalità. Ma è giovane e deve fare il suo percorso. Essere il capitano dell'Inter è motivo di grande orgoglio".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: