le notizie che fanno testo, dal 2010

Malumore Inter, troppi rigori a sfavore. Moratti: "Danno fastidio"

Sia i giocatori che la dirigenza nerazzurra sembrano esprimere il loro disappunto verso gli arbitraggi. Dopo le dichiarazioni a caldo del dg Paolillo, del tecnico Ranieri e del portiere Castellazzi, hanno parlato anche il presidente Massimo Moratti, che si dice "infastidito" del quinto rigore a sfavore in otto partite, e Lucio che sottolinea il malcontento nerazzurro.

Forse hanno parlato d'istinto, ma in casa Inter le dichiarazioni del dg Paolillo, del tecnico Ranieri e del portiere Castellazzi sembrano significare almeno un pizzico di malumore. Oltre al rigore "dubbio" concesso contro i nerazzurri nel turno infrasettimanale contro l'Atalanta, hanno parlato dello "strano" rapporto con gli arbitri anche il presidente Massimo Moratti e Lucio. Cinque rigori a sfavore in otto partite sembrano troppi e così il patron dell'Inter ha commentato quasi telegraficamente: "Il rigore è una casualità ma dopo cinque volte dà fastidio". Gli fa eco il difensore nerazzurro Lucio che, ai microfoni di Sky, è più diretto rispetto al suo presidente. Il brasiliano ha infatti affermato che anche nelle partite vinte dalla sua squadra l'arbitraggio non è mai stato favorevole. Magari non sarà un attacco diretto a qualcuno, però sottolinea il malumore nerazzurro di questo periodo ma che potrebbe trovare la svolta nella prossima partita. Il derby d'Italia di sabato 29 ottobre contro la Juventus è atteso come il momento del riscatto per un'Inter che vuole dimostrare di valere più della sua attuale posizione in classifica.

© riproduzione riservata | online: | update: 28/10/2011

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Malumore Inter, troppi rigori a sfavore. Moratti: "Danno fastidio"
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI