le notizie che fanno testo, dal 2010

Inter a Mosca, la ricetta di Pazzini: "Fame e cattiveria"

L'attaccante della nazionale italiana dovrebbe partire titolare questa sera nel match valido per la seconda giornata del girone B di Champions League. Pazzini, intervistato dalla televisione ufficiale della competizione, ripercorre la prima sfida persa in casa contro il Trabsonspor e gli obiettivi degli uomini di Ranieri.

Pazzini è pronto e questa sera ci vuole essere. L'attaccante dell'Inter, che alle 18.00 a Mosca affronterà il Cska la seconda gara del girone di Champions League, è stato intervistato dalla televisione ufficiale della competizione. "La Champions è un torneo sempre molto equilibrato - ha raccontato il nazionele italiano nell'intervista registrata qualche giorno fa - quindi una sconfitta non pregiudica nulla, abbiamo cinque partite da giocare e sappiamo che possiamo qualificarci". Pazzini si riferisce alla partita d'esordio con il Trabsonspor, persa per 1 a 0 dai nerazzurri a San Siro. "Abbiamo giocato male - continua - nonostante ciò abbiamo creato numerose palle-gol, ma siamo stati poco aggressivi e loro ne hanno approfittato. Se in Champions giochi così rischi di perdere, cosa che poi è avvenuta con il loro unico tiro in porta". Riguardo alla partita di questa sera, l'attaccante toscano è sicuro: "Chiaro che non sarà facile, ma a Mosca dobbiamo ritrovare la nostra consueta fame di vittorie e quella cattiveria che ci ha sempre contraddistinto".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Champions League# Inter# Mosca# San Siro