le notizie che fanno testo, dal 2010

Inter-Juventus, Mancini: aspettiamo che Icardi inizi segnare

"È stata una partita difficile per entrambe le squadre. È un risultato che ci può stare quando si incontrano due formazioni solide. Abbiamo giocato per vincere, ma alla fine hanno avuto la meglio le difese" sottolinea Roberto Mancini al termine del match Inter-Juventus, terminato con un pareggio.

"È stata una partita difficile per entrambe le squadre. È un risultato che ci può stare quando si incontrano due formazioni solide. Abbiamo giocato per vincere, ma alla fine hanno avuto la meglio le difese" sottolinea Roberto Mancini al termine del match Inter-Juventus, terminato con un pareggio. "In ogni caso sono soddisfatto perché i ragazzi hanno mostrato carattere - precisa il tecnico nerazzurro -. Non era facile anche perché abbiamo avuto 5-6 giocatori che sono rientrati tardi dagli impegni con le rispettive nazionali. La Juventus ha avuto poche occasioni, così come noi, lo 0-0 ci sta. Nel secondo tempo forse abbiamo fatto un po' più di fatica e saremmo dovuti restare più alti ma sono gare difficili e sappiamo di dover migliorare ancora". Mancini plaude quindi Jovetic spiegando che "ha fatto la miglior partita da quando è all'Inter, nonostante si sia allenato solo per tre giorni. - ammettendo - È calato un po' nella ripresa, ma è normale. Da qui in avanti può solo crescere". "E quando anche Icardi inizierà a segnare sarà una bella cosa per noi. - prosegue il ct - Per ora ha fatto due gol ma sono sicuro che alla fine della stagione ne farà 18-20, come sempre". Infine, Mancini predice che è la Fiorentina in questo momento la favorita per lo scudetto ma solo perché "è davanti a tutti e anche a Napoli ha fatto un'ottima partita pur avendo perso. - concludendo - È un campionato tosto ed equilibrato, bisogna combattere ogni partita per vincere".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Fiorentina# Inter# Juventus# Napoli# Roberto Mancini