le notizie che fanno testo, dal 2010

Bonus giovani Letta è flop: no fiducia su uscita crisi con governo Renzi

Secondo i dati Inps il bonus giovani tra i 18 e i 29 anni messo del governo Letta è stato un vero e proprio flop. A conferma che sono false le previsioni che hanno annunciato il sopraggiungere di "un clima di fiducia" grazie al governo a guida Matteo Renzi, il fatto che se a metà ottobre 2013 le domande arrivate erano 11mila e a metà dicembre 18mila, il numero delle richieste ha cominciato fortemente a rallentare nei mesi successivi.

Secondo i dati Inps il bonus giovani tra i 18 e i 29 anni messo del governo Letta è stato un vero e proprio flop. Rispetto alla prospettiva di 100mila assunzioni entro il 2015, l'Inps stima che a giugno 2014 ne hanno beneficiato solo 22mila giovani. La crisi in Italia morde ancora, e come era prevedibile non basta il taglio totale dei contributi per 18 mesi per convincere le aziende ad aumentare il personale. A conferma che sono false le previsioni che hanno annunciato il sopraggiungere di "un clima di fiducia" grazie al governo a guida Matteo Renzi, il fatto che se a metà ottobre 2013 le domande arrivate erano 11mila e a metà dicembre 18mila, il numero delle richieste ha cominciato fortemente a rallentare nei mesi successivi, segno che le imprese non vedono all'orizzonte segnali positivi per una ripresa economica che può sostenere un aumento di personale. L'incentivo viene infatti assegnato solo per le assunzioni a tempo indeterminato e purché l'assunzione porti a un aumento occupazionale nell'azienda rispetto all'anno precedente.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: