le notizie che fanno testo, dal 2010

Marò: rinviata partenza M5S per India? Fratelli d'Italia: domenica parte delegazione Parlamento

La stampa indiana continua a sostenere che la National Intelligence Agency (Nia), l'organismo che conduce le indagini sui due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, avrebbe dato il via libera per un'incriminazione secondo il Sua Act, legge antiterrorismo che prevede la pena di morte. Fratelli d'Italia intanto annuncia che domenica dovrebbe partire una delegazione del Parlamento italiano in India per seguire il caso marò. La partenza per Nuova Delhi del MoVimento 5 Stelle sembra essere stata quindi rinviata.

Prima che la Corte suprema dell'India fissasse all'accusa il termine ultimo del 3 febbraio per formulare gli esatti capi d'imputazione contro i due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, la stampa indiana rivelava come già da qualche giorno il ministero dell'Interno di New Delhi avrebbe dato via libera alla National Intelligence Agency (Nia), l'organismo che conduce le indagini sui due sottufficiali di Marina, per un'incriminazione secondo il Sua Act, la legge antiterrorismo che include anche i reati di pirateria e prevede la pena di morte. Staffan de Mistura, l'inviato del governo Letta in India, però sottolinea: "La Nia ci ha abituati in passato alle voci che fa filtrare tramite la stampa indiana in modo da mettere pressione sulla Corte Suprema e sulla magistratura indiana. - aggiungendo - "Noi abbiamo imparato a non dare peso alle indiscrezioni di stampa, sia positive che negative, ma ci atteniamo solo a quello che dice la Corte. Non abbiamo alcun riscontro di questa cosa uscita su un giornale indiano". Intanto, il presidente di Fratelli d'Italia Ignazio La Russa, a margine di una conferenza stampa del partito alla Camera, avrebbe annunciato che dovrebbe partire domenica una delegazione del Parlamento italiano in India per seguire il caso marò. La Russa avrebbe spiegato: "L'idea che mi ha prospettato Cicchitto, presidente della commissione Esteri, è che domenica partirà la delegazione parlamentare italiana per l'India". La delegazione dovrebbe essere molto ristretta, con al massimo uno o due rappresentanti per partito. Il 13 gennaio i deputati del MoVimento 5 Stelle della Commissione affari esteri della Camera avevano annunciato, dal blog di Beppe Grillo, che una loro delegazione sarebbe andata "direttamente in India a conoscere i fatti" inerenti il caso marò, anticipando che "la partenza per Nuova Delhi è prevista per il 20 gennaio", aggiungendo: "Il 20 partiremo per raggiungere l'ambasciata dove sono detenuti per ottenere informazioni chiare e precise. Il governo indiano deve parlare con noi, noi siamo il futuro governo di questo Paese". In realtà, oggi il MoVimento 5 Stelle non pare aver annunciato nessuna partenza per l'India, forse perché ha deciso di unirsi alla delegazione del Parlamento italiano che dovrebbe volare verso Nuova Delhi questo fine settimana.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: