le notizie che fanno testo, dal 2010

Marò: delegazione Parlamento in India. Bonino: problema è legge La Russa

La delegazione parlamentare è arrivata in India ed ha incontrato i due marò Massimilliano Latorre e Salvatore Girone. Nel frattempo, il ministro degli esteri Emma Bonino afferma che il problema del caso marò "è anche la legge La Russa, che prevede presenza di militari a bordo senza definire linee di comando".

"Siamo in Ambasciata con i due nostri marò. Massimiliano Latorre ci ha appena detto che è emozionato per la presenza della delegazione parlamentare a New Delhi. E' un brutto momento per lui, ma la nostra presenza qui, oggi, gli dà grande forza per andare avanti. Sono anch'io molto commosso" scrive su Facebook Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d'Italia, componente della Commissione Esteri della Camera. "Girone e Latorre, i nostri marò, commossi per l'unità del Parlamento intorno a loro" scrive poco fa su Twitter anche Maurizio Gasparri di Forza Italia, che fa parte della delegazione parlamentare partita per l'India per far sentire la vicinanza delle istituzioni ai due sottoufficiali della Marina che da ormai due anni attendono ancora i loro capi d'imputazione, da formalizzare per la Corte Suprema indiana entro il 3 febbraio. Su Twitter, Gasparri pubblica anche una foto scattata con i due marò Massimilliano Latorre e Salvatore Girone. Nelle scorse ore, invece, il presidente nazionale di Fratelli d'Italia Ignazio La Russa, e il capo delegazione di FdI al Parlamento europeo Carlo Fidanza, hanno incontrato a Milano il console indiano Manish Parbhat, dopo una protesta di piazza sotto Palazzo Clerici dove era stato organizzato un evento per festeggiare la Giornata nazionale della Repubblica dell'India. "Siamo stati ricevuti cortesemente - ha spiegato all'Ansa Carlo Fidanza - proprio nel salone dove stavano banchettando. Noi abbiamo espresso al console la nostra contrarietà all'idea di organizzare una festa per l'India a Milano, proprio mentre due nostri connazionali sono detenuti illegalmente". Intanto, il ministro degli Esteri Emma Bonino, intervenendo a Mattino 24, attacca proprio il presidente nazionale di Fratelli d'Italia, spiegando: "Il problema è anche la legge La Russa, che prevede presenza di militari a bordo senza definire linee di comando. - e ancora - Mi riferisco alla legge La Russa, al decreto missioni. Fu proprio quel decreto che prevedeva inopinatamente militari su navi civili senza stabilire per bene le linee di comando". Emma Bonino anticipa quindi che bisognerà rivedere tale politica "a conclusione positiva della vicenda" dei due marò.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: