le notizie che fanno testo, dal 2010

Marò: Natale in Italia? Tribunale indiano: "e se non tornassero?"

Ancora un rinvio da parte del tribunale del Kerala per la "licenza" natalizia che permetterebbe ai due marò trattenuti in India, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, di passare le festività in Italia con le loro famiglie. L'India cerca "garanzie" del ritorno dei militari.

Natale si avvicina e i marò italiani trattenuti in India attendono, dopo il rinvio del verdetto da parte della Corte suprema indiana, la decisione del tribunale dello stato indiano di Kerala sulla speciale "licenza" che permetterebbe a Salvatore Girone e Massimiliano Latorre di passare due settimane di festività in Italia insieme alle loro famiglie. Il tribunale del Kerala si era riunito il 18 dicembre per decidere sul "permesso" ma aveva rinviato la decisione sottolineando il bisogno di "garanzie" da parte delle autorità italiane per il ritorno dei due militari in India. Oggi il tribunale si è riunito di nuovo rinviando a domani il verdetto. Ancora un rinvio quindi, dopo quello della Corte Suprema indiana; Corte che avrebbe dovuto già deliberare rispetto alla giurisdizione del caso del duplice omicidio che coinvolge i due marò. Per quanto riguarda il tribunale del Karala pare che lo stesso Governo locale si sia opposto al rientro "temporaneo" in Italia dei due militari dato che teme che i marò rimangano nel Bel Paese senza fare più ritorno in India, magari perché trattenuti dalla Procura della Repubblica di Roma che ha aperto un procedimento penale analogo sul caso. Fonti di agenzia raccontano come in proposito l'ambasciatore d'Italia Giacomo Sanfelice e il console generale di Mumbai Giampaolo Cutillo stiano fornendo alle autorità indiane i documenti del caso.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: