le notizie che fanno testo, dal 2010

India: temperature sfiorano 50 gradi, già 500 morti. Meteo: così tutto maggio

L'India sta vivendo una ondata di caldo che sfiora i 50 gradi, e ciò ha causato già la morte di 500 persone. I venti di monsone previsti per il 31 maggio dovrebbero portare un po' di sollievo ma inizialmente solo nelle città situate sulla costa meridionale dell'India.

L'India sta vivendo una ondata di caldo che sfiora i 50 gradi, e ciò ha causato già la morte di 500 persone. La maggior parte dei decessi sono avvenuti negli stati meridionali di Telangana e Andhra Pradesh, mentre oggi una temperatura di 47.7 gradi è stata registrata in città settentrionale di Allahabad, dove centinaia di persone sono morte a causa di un colpo di calore oppure per la disidratazione. A Delhi, capitale indiana, la colonnina di mercurio ha toccato un massimo di 43.5 gradi. Il governo dell'India ha promesso un risarcimento di mille sterline ai parenti delle vittime. Le previsioni metereologiche, però, non promettono un abbassamento delle temperature poiché "la grave ondata di caldo" continuerà per il resto del mese di maggio. Nella città di Kolkata, i tassisti si sono rifiutati di lavorare dalle ore dalle ore 11:00 alle ore 16:00, le più calde della giornata, finché le temperature non torneranno nella media stagionale. I centri commerciali dotati di aria condizionata, invece, hanno registrato un aumento di clienti anche se in tutto il paese c'è stato un taglio della potenza per l'ineguatezza delle reti elettriche. Non è la prima volta che in India si sfiorano temperature così alte, ma l'ultimo record fu segnato nel 1956 quando nella città settentrionale di Alwar la temperatura raggiunse i 50,6 gradi. I venti di monsone previsti il 31 maggio dovrebbero portare un po' di sollievo ma inizialmente solo nelle città situate sulla costa meridionale dell'India.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: