le notizie che fanno testo, dal 2010

India: dopo alluvioni continuano ricerche. Disperso un italiano

Tra le vittime delle inondazioni nel Ladakh, la regione himalayana del Kashmir indiano, vi è anche un italiano, Riccardo Pitton, il cui corpo non è ancora stato ritrovato e per questo i familiari chiedono di non abbandonare le ricerche.

Tra le vittime delle inondazioni nel Ladakh, la regione himalayana del Kashmir indiano, vi è anche un italiano, Riccardo Pitton, il cui corpo non è ancora stato ritrovato e per questo i familiari chiedono di non abbandonare le ricerche. Riccardo Pitton insieme ad un gruppo di amici si trovava nella regione per fare trekking.
Stando agli ultimi aggiornamenti i morti sarebbero 185 ma i dispersi sono oltre 400 e che le inondazioni causate a seguito delle violente precipitazioni hanno distrutto villaggi, abitazioni, ponti e linee elettriche sia a Ladakh che nelle zone vicine.
Tra le vittime europee oltre a Riccardo Pitton anche tre francesi e uno spagnolo. Sono infatti ogni anno numerosi i turisti che visitano la regione, non solo per i meravigliosi monasteri tibatani ma anche perché meta ideale per gli appassionati di trekking.
Un portavoce delle forze aeree indiane ha spiegato che sono stati tratti in salvo 35 turisti che erano rimasti bloccati a quota 4.240 metri vicino ad un monastero buddista.
Anche un centinaio di americani sembrano essere stati colpiti dalle inondazioni, anche se attualmente non vi sono notizie certe sulla loro sorte.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# elettriche# turisti