le notizie che fanno testo, dal 2010

Indesit diventa americana: 60,4% in mano a Whirlpool

Indesit passa in mano americana. Whirlpool, entro il 2014, intende acquistare un numero complessivo di azioni rappresentanti il 66,8% dei diritti di voto in Indesit (quota di maggioranza pari al 60,4%, ad un prezzo di 758 milioni di euro). Gian Oddone Merli, amministratore delegato di Fineldo, assicura che l'accordo con Whirlpool ha "l'obiettivo di dotare Indesit di tutti gli strumenti per costruire un futuro solido e sostenibile".

Indesit passa in mano americana. In una breve nota, Whirlpool e Fineldo comunicano di aver sottoscritto un accordo per la cessione della partecipazione detenuta da Fineldo in Indesit. Inoltre, Whirlpool ha sottoscritto con alcuni membri della famiglia Merloni accordi per l’acquisto delle azioni da essi detenute in Indesit. Ai sensi di tali accordi, Whirlpool acquisterebbe quindi un numero complessivo di azioni rappresentanti il 66,8% dei diritti di voto in Indesit (quota di maggioranza pari al 60,4%, ad un prezzo di 758 milioni di euro). Whirlpool specifica che allo stato intende finanziare questa operazione per cassa, insieme a finanziamenti bancari e il ricorso al mercato del debito statunitense e internazionale, a seconda della tempistica del closing e delle condizioni di mercato. L’acquisizione del controllo di Indesit, soggetta all’autorizzazione del Tribunale di Ancona e delle autorità antitrust, è previsto che venga conclusa entro la fine del 2014. Gian Oddone Merli, amministratore delegato di Fineldo, assicura che l'accordo con Whirlpool ha "l’obiettivo di dotare Indesit di tutti gli strumenti per costruire un futuro solido e sostenibile. - aggiungendo - I benefici che Indesit trarrà da questo investimento sono molteplici, non ultimo la possibilità di permettere al proprio know-how e ai propri prodotti di raggiungere una scala davvero globale".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Ancona# euro# famiglia# Indesit# Whirlpool