le notizie che fanno testo, dal 2010

La laicizzazione dello Statoto, gli inizi: a Il Tempo e la Storia 14 marzo

"La 'laicizzazione' dello Stato avviata nel Regno di Sardegna ai primordi del regime costituzionale, e proseguito nel nuovo Stato unitario: un percorso ricostruito dal professor Ernesto Galli della Loggia a 'Il Tempo e la Storia' in onda lunedì 14 marzo", illustra in un comunicato la tv di Stato.

"La 'laicizzazione' dello Stato avviata nel Regno di Sardegna ai primordi del regime costituzionale - si spiega in un comunicato dalla tv di Stato -, e proseguito nel nuovo Stato unitario: un percorso ricostruito dal professor Ernesto Galli della Loggia a 'Il Tempo e la Storia', il programma di Rai Cultura condotto da Massimo Bernardini in onda lunedì 14 marzo alle 13.10 su Rai3 e alle 20.50 su Rai Storia. La questione della laicità nasce dalla concezione cavouriana, sintetizzata nella formula 'libera Chiesa in libero Stato', che prevedeva il superamento degli antichi privilegi della Chiesa e la netta separazione tra quest'ultima e lo Stato."
"Con il Regno d'Italia, dopo il 1861, la legislazione ecclesiastica piemontese viene trasferita alle regioni annesse al nuovo Stato, provocando le ire del Pontefice e quelle delle gerarchie ecclesiastiche in parte spodestate. Un disappunto che il pontefice Pio IX rende evidente con il 'Sillabo' del 1864, in cui denuncia i mali del tempo e l'ondata anticlericale che ha investito la società italiana. Ma è con breccia di Porta Pia, del settembre 1870, con l'annessione di Roma al Regno d'Italia, avvenuta poche settimane dopo, e con il definitivo abbattimento del potere temporale dei papi che si apre una nuova stagione di aspro conflitto, ulteriormente aggravata, prima dal trasferimento della Capitale da Firenze a Roma, poi dalla promulgazione della Legge delle Guarentigie, del maggio 1871, mai accettata dal Papa" si continua infine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: