le notizie che fanno testo, dal 2010

L'omicidio Occorsio e il disastro di Seveso: a Il Giorno e la Storia, 10 luglio

"Il 10 luglio 1976 viene ucciso a Roma il magistrato Vittorio Occorsio. Una vicenda ripercorsa da 'Il Giorno e la Storia', in onda domenica 10 luglio. Nello stesso giorno dello stesso anno, il disastro di Seveso", diffonde in una nota la tv di Stato.

"Il 10 luglio 1976 viene ucciso a Roma il magistrato Vittorio Occorsio. Una vicenda ripercorsa da 'Il Giorno e la Storia' - rivelano in una nota dalla tv di Stato -, in onda domenica 10 luglio alle 00.10, e in replica alle 08.30, alle 11.30, alle 14.00 e alle 20.30, su Rai Storia."
Dalla Rai osservano quindi: "Impegnato presso il Tribunale di Roma, Occorsio partecipa alle prime indagini per la strage di piazza Fontana e ai processi contro 'Ordine Nuovo', Inoltre è stato il primo magistrato a occuparsi della loggia P2, indagando sui rapporti tra terrorismo neofascista, massoneria e apparati deviati del Sifar."
"Dentro l'auto del magistrato - viene scritto in ultimo -, crivellata dai colpi di mitra, viene ritrovato un volantino di rivendicazione di 'Ordine Nuovo'. Per l'omicidio di Occorsio, vengono condannati i neofascisti Pierluigi Concutelli e Gianfranco Ferro come esecutori materiali. Non sono stati mai accertati i mandanti del delitto. Nello stesso giorno dello stesso anno, il disastro di Seveso. Una nube di diossina fuoriuscita dallo stabilimento chimico della Icmesa, si sprigiona nell'aria e intossica la popolazione locale, contaminando l'aria, i terreni e uccidendo molti animali. È uno dei più gravi incidenti industriali della storia. Migliaia di capi di bestiame vengono abbattuti e molte donne in gravidanza, spaventate dalle conseguenze della tossicità sul feto, decidono di abortire, grazie anche a una deroga alla legge 194 decisa dal governo Andreotti."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: