le notizie che fanno testo, dal 2010

Sciopero Ikea 11 luglio, sindacati: crescita non si finanzia con i salari

"Incroceranno nuovamente le braccia sabato 11 luglio i dipendenti di Ikea Italia per protestare contro le inaccettabili proposte avanzate al tavolo per la definizione del nuovo integrativo aziendale" annunciano in una nota i sindacati che hanno indetto lo sciopero, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs. Per le tre sigle è infatti "inaccettabile che la crescita e lo sviluppo si finanzino esclusivamente sui salari.

"Incroceranno nuovamente le braccia domani 11 luglio i dipendenti di Ikea Italia per protestare contro le inaccettabili proposte avanzate al tavolo per la definizione del nuovo integrativo aziendale" annunciano in una nota i sindacati che hanno indetto lo sciopero, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, che protestano contro i tagli lineari su maggiorazioni per lavoro domenicale e festivo e sulla trasformazione del premio aziendale fisso in elemento variabile. Per le tre sigle è infatti "inaccettabile che la crescita e lo sviluppo si finanzino esclusivamente sui salari degli oltre 6mila co-workers italiani che hanno contribuito a rendere Ikea uno dei leader mondiali dei mobili e accessori low cost". I sindacati ricordano anche come i lavoratori Ikea sono per "la stragrande maggioranza con contratto di lavoro part time" e "disposti a sacrificare la vita familiare e sociale per l'affermazione della leadership del colosso della grande distribuzione". Nonostante questo, denunciano Filcams, Fisascat e Uiltuc, la multinazionale svedese chiede loro "di rinunciare al sacrosanto diritto ad una paga dignitosa". Oltre allo sciopero, l'11 luglio in tutti i 21 punti vendita italiani dell'Ikea si svolgeranno mobilitazioni e presidi a sostegno della vertenza. Ai punti vendita di Firenze, Roma Anagnina e Napoli Afragola interverranno inoltre rispettivamente i segretari nazionali Giuliana Mesina per la Filcams Cgil, Vincenzo Dell'Orefice per la Fisascat Cisl e Ivana Veronese per la Uiltucs.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: