le notizie che fanno testo, dal 2010

Bankitalia: PD boccia Visco ma mozione "imbavagliata" da governo

Il PD chiede, attraverso una mozione, la non riconferma di Ignazio VIsco alla guida di Bankitalia. La mozione però è stata smussata dall'esecutivo tanto che il M5S commenta: "Palazzo Chigi imbavaglia persino il PD pur di avere mani libere".

Per il PD Ignazio Visco non è più "idoneo a garantire la fiducia" in Bankitalia e attraverso una mozione chiede che non gli venga rinnovato l'incarico di governatore. La mozione a prima firma di Silvia Fregolent è stata approvata alla Camera con 213 sì: si sono astenuti i deputati di Forza Italia e Mdp mentre hanno votato contro quelli di Sinistra Italiana (chiedeva di rinviare la nomina fino all'elezione del nuovo Parlamento), M5S e Fratelli d'Italia, che hanno entrambi comunque presentato mozioni, poi respinte, per chiedere la non riconferma di Ignazio Visco ai vertici della Banca d'Italia.

"Il PD non entra nel merito di una decisione che spetta al governo e al Presidente del Consiglio, ma non si può sottrarre dal dare un giudizio e la mozione traccia la necessità di segnare una fase nuova. Il con chi lo si fa spetta al governo", spiega il portavoce del partito Matteo Richetti, in viaggio in treno con Renzi per il tour elettorale.
La mozione PD è stata infatti smussata dall'esecutivo, tanto che è stata eliminata dal testo la parte in cui si sottolineava che le crisi bancarie italiane "avrebbero potuto essere mitigate nei loro effetti da una più incisiva e tempestiva attività di prevenzione e gestione".

Proprio per questo, il MoVimento 5 Stelle sostiene che "Palazzo Chigi imbavaglia persino il PD pur di avere mani libere sulla riconferma di Ignazio Visco a capo di Banca d'Italia".

La mozione del PD diventa così solo un attacco indiretto a Visco, visto che chiede al governo di "adottare ogni iniziativa utile a rafforzare l'efficacia delle attività di vigilanza sul sistema bancario ai fini della tutela del risparmio e della promozione di un maggiore clima di fiducia dei cittadini nei confronti del sistema creditizio, individuando a tale fine, nell'ambito delle proprie prerogative, la figura più idonea a garantire nuova fiducia nell'Istituto".

Il PD ricorda inoltre il fatto che le "situazioni di crisi o di dissesto hanno costretto il governo e il Parlamento ad approvare interventi straordinari per tutelare, anche attraverso l'utilizzo di risorse pubbliche, i risparmiatori e salvaguardare la stabilità finanziaria, in assenza dei quali si sarebbero determinati effetti drammatici sull'intero sistema bancario, sul risparmio dei cittadini, sul credito al sistema produttivo e sulla salvaguardia dei livelli occupazionali".

© riproduzione riservata | online: | update: 17/10/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Bankitalia: PD boccia Visco ma mozione "imbavagliata" da governo
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI