le notizie che fanno testo, dal 2010

Marino Che, ancora

Ignazio Marino c'è, o meglio Che. Quello che sembrava ormai l'ex sindaco di Roma potrebbe infatti davvero resuscitare politicamente il 2 novembre poiché davanti ai suoi sostenitori cita Che Guevara e dichiara: "Siamo realisti, vogliamo l'impossibile".

Ignazio Marino c'è, o meglio Che. Quello che sembrava ormai l'ex sindaco di Roma potrebbe infatti davvero resuscitare politicamente il 2 novembre. Ieri, in Piazza Campidoglio, Ignazio Marino, che aveva annunciato le dimissioni l'8 ottobre scorso, anniversario della morte di Che Guevara, cita il leader della rivoluzione cubana e ai sostenitori afferma: "Siamo realisti, vogliamo l'impossibile". Ovviamente, l'impossibile per Marino è rimanere seduto sulla poltrona di sindaco. Ai circa 1.500 riuniti sotto la statua di Marco Aurelio, Marino infatti annuncia: "Mi chiedete di ripensarci, io ci penso e non vi deluderò. - aggiungendo - Questa piazza mi dà il coraggio di andare avanti". In sostanza, Ignazio Marino sembra deciso a portare la crisi in Aula, dove a quel punto dovranno essere i consiglieri a sfiduciare il sindaco. In questa maniera, il PD sarà costretto a votare con la destra e alcuni esponenti dem non sembrano proprio propensi a farlo. I consiglieri PD potrebbero quindi, in alternativa, annunciare le dimissioni in blocco (le quali comunque non basterebbero tecnicamente a provocare lo scioglimento del Consiglio) oppure non votare il bilancio. Una mozione di sfiducia, infatti, richiederebbe tempi lunghi. Ma il commissiario del PD Roma, Matteo Orfini, non sarebbe riuscito a convincere ancora tutti i 19 consiglieri comunali democratici. Anzi, stando alle indiscrezioni, la maggioranza (10 contro 9) si sarebbe schierata con Ignazio Marino. Orfini quindi spera che Marino "non ritiri davvero le dimissioni, che faccia prevalere l'interesse dei romani e suo e che non scelga una strada incomprensibilie. - concludendo - E sì, che eviti questo tritacarne al suo partito e preferisca l'amore per la città. Altrimenti vorrà dire che lo sfiduceremo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: