le notizie che fanno testo, dal 2010

Ignazio Marino sarà Parte Civile contro il PD, in difesa di Roma

Attacco marziano da parte di Ignazio Marino che lancia l'associazione "Parte Civile - marziani in movimento" con l'obiettivo di "costruire una forza civica che possa esprimere un candidato sindaco" a Roma invitando altre forze politiche ad accodarsi rinunciando al loro simbolo.

"E' giusto costruire una forza civica che possa esprimere un candidato sindaco e che altre forze politiche si accodino rinunciando al loro simbolo" dichiara Ignazio Marino intervenendo alla prima assemblea pubblica dell'associazione 'Parte Civile - marziani in movimento' che si è svolta a Roma nella giornata del 7 febbraio e alla quale ha voluto essere presente anche Stefano Fassina, candidato a sindaco di Roma.
In questa occasione Ignazio Marino ha invitato "il Partito Democratico a rinunciare a delle primarie farsa. - spiegando - Le primarie sono un patto tra un partito e i suoi elettori. Il PD ha tradito le primarie del 2013". L'ex sindaco della Capitale ha quindi sottolineato che "un vero democratico non deve votare a queste primarie dando così un segnale chiaro che sappiamo bene che cosa è la democrazia".
"Quest'associazione nasce da persone che non hanno voluto assistere passivamente a tutto ciò che di grave e paradossale è avvenuto in questi ultimi mesi a Roma, ma che avrà in futuro un impatto enorme anche sul Paese" spiegano alcuni esponenti di Parte Civile, aggiungendo: "L'intento è quello di dare forma al futuro, e di non disperdere, ma anzi di rinforzare questa splendida realtà che si è aggregata in modo del tutto spontaneo. Un luogo dove le persone si sono riconosciute negli stessi intenti, modello innovativo di amministrazione che ha provato ad introdurre Ignazio Marino".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: