le notizie che fanno testo, dal 2010

La Russa rischia processo per peculato. Meloni: dimostrerà sua estraneità

"Per Ignazio La Russa parla la sua storia. Da quando lo conosco, ha sempre interpretato la politica come servizio alla comunità e ha dimostrato onestà, correttezza e trasparenza tutte le volte nelle quali è stato chiamato a ricoprire ruoli istituzionali", da Fratelli d'Italia la posizione di Giorgia Meloni sulla chiusura delle indagini per peculato da parte della Procura di Roma.

"Per Ignazio La Russa parla la sua storia. Da quando lo conosco, ha sempre interpretato la politica come servizio alla comunità e ha dimostrato onestà, correttezza e trasparenza tutte le volte nelle quali è stato chiamato a ricoprire ruoli istituzionali. Per questo sono certa che saprà dimostrare la sua estraneità ai fatti che gli vengono contestati" dichiara in una nota Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia.
La Procura di Roma ha infatti chiuso le indagini a carico dell'ex capogruppo di Alleanza Nazionale. Ignazio La russa rischia un processo per peculato poiché accusato di avere utilizzato per fini personali 38mila euro in sette anni, prelevandoli direttamente dalle casse di Alleanza Nazionale. Ignazio La Russa respinge tutte le accuse: "Quella carta di credito era utilizzata dall'intero gruppo parlamentre. Sono 40 anni che faccio politica e sono considerato un maniaco della trasparenza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: