le notizie che fanno testo, dal 2010

Hoara Borselli assunta da Difesa. La Russa: 800 euro al mese,un affare

Una "soubrette" approda al Ministero della Difesa, ma questa volta non si tratterebbe del solito scandalo, anche se il PD ha chiesto a La Russa spiegazioni sul perché sia stata scelta Hoara Borselli come "collaboratrice per i grandi eventi" a 16.120 euro l'anno.

Il deputato Andrea Sarubbi del PD aveva presentato una interrogazione parlamentare per capire come mai dal 10 marzo "la soubrette Hoara Borselli è stata assunta nella segreteria del ministro della Difesa La Russa come collaboratrice per i grandi eventi, con particolare riferimento alle manifestazioni del 150esimo anniversario dell'Unità nazionale", come spiegava in una nota il deputato.
Hoara Borselli, nota al grande pubblico per aver vinto una edizione di "Ballando con le Stelle", ma anche per diverse partecipazioni nel mondo dello spettacolo sia come showgirl che come attrice, passando dal "Bagaglino" alla soap "Cento Vetrine", percepirebbe uno stipendio annuo di 16.120 euro. Non tanti, quindi ma "il compenso della signora Borselli equivale alla paga annuale di due soldati in ferma prefissata annuale destinati anche ad operare in missioni internazionali" continuava a sottolineare Andrea Sarubbi.
Il deputato del PD chiedeva quindi infine al "ministro La Russa, uomo tutto d'un pezzo" di spiegare "agli italiani quali siano i criteri per l'assunzione nonché le mansioni attribuite alla signora Borselli, tali tra l'altro da consentirle in una sola settimana, dal 10 marzo, giorno dell'assunzione, al 17, giorno delle celebrazioni, di occuparsi del 150esimo dell'Unità d'Italia".
Spiegazione che sembra essere avvenuta attraverso una nota dell'ufficio stampa del ministro della Difesa Ignazio La Russa che sottolinea che per questa "collaborazione coordinata e continuativa" Hoara Borselli percepisce un "semplice rimborso spese" di circa 800 euro netti mensili e che quindi questa assunzione "è stato un affare".
"L'attività prevista per la signora Borselli è quella di conduttrice e co-organizzatrice degli eventi della Difesa per le celebrazioni del 150 anniversario dell'Unità d'Italia - spiega ancora la nota - Nel caso specifico il ministro è venuto in aiuto alle difficoltà del Ministero che, per l'anno delle celebrazioni, avrebbe dovuto sobbarcarsi il costo di ripetuti e onerosi contratti per assicurarsi adeguate professionalità atte a condurre ogni singolo evento previsto e prevedibile".
La nota si conclude quindi ringraziando Hoara Borselli per "aver aderito con spirito volontaristico all'invito rivoltole dalla struttura della Difesa".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: