le notizie che fanno testo, dal 2010

ISIS, Mosca annuncia: al-Baghdadi forse morto dopo nostro raid. Di nuovo?

Abu Bakr al-Baghdadi sarebbe morto. In realtà, non è la prima volta che si dà per spacciato il capo dell'ISIS, salvo poi vederlo puntalmente risuscitare, almeno mediaticamente. Stavolta è il Ministero della Difesa russo ad annunciare di aver ucciso al-Baghdadi in un raid in Siria.

Non è la prima volta che al-Baghdadi viene dato per spacciato, salvo poi puntalmente risuscitare, almeno mediaticamente. Abu Bakr al-Baghdadi, terrorista iracheno che si autoproclamato califfo del sedicente Stato Islamico, sarebbe stato in passato gravemente ferito nel corso di un raid, salvo poi essere curato grazie all'intervento della CIA, l'agenzia di spionaggio degli Stati Uniti, secondo alcuni media del Libano. Successivamente al-Baghdadi avrebbe ingerito del cibo avvelenato e per questo sarebbe rimasto a lungo in gravi condizioni.
Pochi giorni fa, invece, media iraniani avrebbero diffuso la notizia che il capo dell'ISIS sarebbe stato ucciso la mattina del "quinto giorno di Ramadan" da un raid aereo delle forze di coalizione. Il Pentagono ha però mostrato subito cautela, spiegango alla CNN che le notizie sulla morte di al-Baghdadi potrebbero essere diffuse per portare avanti una strategia finalizzata a coprire gli spostamenti del leader terroristico, che si muoverebbe continuamente per non essere rintracciato.
Oggi invece è il Ministero della Difesa russo ha riferire che al-Baghdadi "è stato eliminato in seguito al raid" delle forze di Mosca avvenuto vicino al-Raqqa (Siria) il 28 maggio. L'aereo che ha portato avanti l'attacco aveva come obiettivo proprio un raduno di leader dell'ISIS. Ovviamente, precisa la Russia, le informazioni sulla morte di al-Baghdadi sono ancora in corso di verifica "attraverso diversi canali".

© riproduzione riservata | online: | update: 16/06/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
ISIS, Mosca annuncia: al-Baghdadi forse morto dopo nostro raid. Di nuovo?
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI