le notizie che fanno testo, dal 2010

IMU 2013 prima casa, governo Letta: stop pagamenti prima rata giugno

Arriva finalmente una prima, anche se parziale, boccata di ossigeno per i cittadini. Enrico Letta, spiegando il suo programma davanti alla Camera prima del voto di fiducia al governo, annuncia che ci sarà lo stop dei pagamenti della prima rata dell'IMU 2013 prima casa, ma anche il non aumento dell'IVA a luglio, che sarebbe passato al 22%.

Enrico Letta riferisce oggi davanti alla Camera prima del voto di fiducia. Un lungo discorso programmatico, dove scioglie alcuni nodi dal punto di vista di politica fiscale, annunciando che ci sarà uno stop dei pagamenti di giugno IMU 2013 sulla prima casa ma anche il non aumento dell'IVA al 22%, che sarebbe scattato a luglio. Enrico Letta promette quindi al Paese, parlando davanti ai deputati che gli dovranno votare (o meno) la fiducia, che bisogna "superare l'attuale sistema di tassazione della prima casa, - annunciando - intanto con lo stop ai pagamenti di giugno per dare il tempo al Governo e al Parlamento di elaborare insieme e applicare rapidamente una riforma complessiva che dia ossigeno alle famiglie, soprattutto quelle meno abbienti". In altre parole, con modalità ancora da definire presumibilmente nel corso del primo Consiglio dei Ministri, la prima rata dell'IMU 2013 sulla prima casa non dovrà essere pagata, in attesa di comprendere come sarà riformata l'imposta municipale unica. Inoltre, Enrico Letta promette che il suo governo rinuncerà "all'inasprimento dell'IVA", tassa che a luglio sarebbe passata dal 21% al 22%, causando così una ulteriore contrazione nei consumi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: