le notizie che fanno testo, dal 2010

Ilva, Uilm: governo garantisce Cigs per i 1.400 esuberi delle società Riva

La Uilm comunica che il governo ha garantito a partire dal 13 settembre la copertura degli ammortizzatori sociali utili ai 1.400 lavoratori in esubero dopo il sequestro delle 13 società legate al gruppo Riva, e alla vicenda dell'Ilva di Taranto.

Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, al termine del vertice di ieri presso il Ministero dello Sviluppo economico a cui hanno preso parte le segreterie nazionali dei sindacati metalmeccanici insieme al ministro Flavio Zanonato e il sottosegretario del dicastero Claudio De Vincenti, annuncia che "il governo ha garantito a partire dal 13 settembre la copertura degli ammortizzatori sociali utili ai 1.400 addetti dei 7 siti e delle 2 società di trasporti e servizi facenti capo a Riva Acciaio presenti sul territorio nazionale". I sindacati si dicono quindi "soddisfatti di come il ministro interessato abbia prontamente risposto all'appello sindacale, affinché si trovassero immediatamente i fondi necessari per la Cigs rivolta ai lavoratori della Riva Acciaio che dal 13 settembre la proprietà ha annunciato di voler mettere in libertà", a seguito del sequestro di 13 società legate alla famiglia, e di conseguenza alla vicenda dell' ILVA di Taranto. Palombella quindi annuncia che nella giornata di oggi si terrà "un secondo vertice, sempre presso la sede dello stesso dicastero a Roma, per affrontare anche il modo della risoluzione di questa nuova vertenza", con la presenza del ministro Zanonato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: