le notizie che fanno testo, dal 2010

ILVA, Emiliano: Giornata diritti dei bambini ma non per quelli del Tamburi

Michele Emiliano, governatore della Puglia, sottolinea che proprio oggi che si celebra la Giornata dei diritti dei bambini a Taranto c'è il #WindDay, che significa scuole chiuse nel quartiere Tamburi perché altrimenti gli alunni respirano le polveri sottili dell'ILVA.

"Oggi con gli alunni delle scuole pugliesi per celebrare insieme la Giornata mondiale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. I bambini sono un modo particolare per avvicinarsi alla verità, perché possono dire quelle cose che gli altri non hanno il coraggio di affermare, mettendo in luce le contraddizioni che a volte gli adulti nascondono. Ad esempio si parla tanto dei danni dell'inquinamento sulla salute dei più piccoli o di sfruttamento dei bambini nel mondo del lavoro, però i grandi non agiscono di conseguenza" scrive su Facebook Michele Emiliano.

"Le norme dicono che siamo tutti uguali, abbiamo gli stessi diritti e gli stessi doveri. - sottolinea il governatore della Puglia - Non si può distinguere continuamente sul diritto alla salute, sul diritto a giocare, sul diritto alla felicità, a seconda delle convenienze. Questi diritti non possono essere oggetto di una negoziazione o di un accordo.

"Proprio oggi c'è il #WindDay a Taranto. - ricorda infatti - Questo significa che un vento particolare sposta le polveri dell'ILVA dai parchi minerari sui quartieri vicini e per questa ragione il sindaco è costretto a chiudere le scuole. I bambini del quartiere Tamburi, che sorge proprio di fronte all'ILVA, anziché giocare tranquillamente come tutti gli altri, rischiano di entrare in contatto con le polveri che si accumulano".

"Nessuno parla dei diritti di quei bambini, come non si parla di bambini che in altri posti del mondo lavorano per confezionare palloni da calcio e che vengono sfruttati. - denuncia l'esponente dem - Perché viviamo in una economia distorta, dove i soldi spingono spesso gli adulti a dire una cosa e farne un'altra".

"Uno degli sforzi che gli insegnanti stanno facendo è far crescere i nostri ragazzi in modo tale che non diventino adulti così, che dicono una cosa e poi ne fanno un'altra. A formare in loro uno spirito critico, ad essere autonomi, indipendenti, a non vendersi per una carriera o per un posto, e soprattutto, a non vendere mai le cose importanti e in cui si crede. - assicura Emiliano - I bambini sono importantissimi, la scuola è centrale. E questo significa avere il diritto e il dovere a crescere bene per rendere migliore l'umanità".

"Questa giornata dunque non serve solo a proteggere i minori, ma la nostra civiltà. - precisa invece il presidente della Regione - Stiamo facendo oggi lo sforzo di capire che se una città va bene per un bambino, va bene per un adulto e un anziano; se il mondo del lavoro rispetta i più piccoli probabilmente rispetta anche le donne e gli uomini e rende più uguali i diritti di ciascuno. La battaglia tra bene e male esiste da sempre, e schierarsi dalla parte giusta dà senso alla vita".

© riproduzione riservata | online: | update: 20/11/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
ILVA, Emiliano: Giornata diritti dei bambini ma non per quelli del Tamburi
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI