le notizie che fanno testo, dal 2010

Bollette a 28 giorni: su aumenti tariffe indaga Guardia di Finanza

Il Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza ha avviato una attività ispettiva presso i principali operatori di telefonia fissa e mobile sul caso delle bollette a 28 giorni.

Le Fiamme Gialle indagano sul caso delle bollette a 28 giorni. Il Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza, su richiesta dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, ha comunicato infatti di aver avviato un'attività ispettiva presso i principali operatori di telefonia fissa e mobile ed anche presso la Assotelecomunicazioni di Roma.

Le verifiche riguardano possibili intese non autorizzate tra operatori sulle tariffe, che avrebbero limitato la concorrenza al fine di "aggirare" l'obbligo di garantire agli utenti la fatturazione mensile della bolletta e non più a 28 giorni.
Sulla base delle ispezioni, l'Antitrust potrebbe decidere l'apertura di un a istruttoria.

Dopo lo stop per legge delle bollette a 28 giorni, i principali operatori di telefonia hanno infatti aumentato le tariffe pari a quell'importo che gli veniva garantito con la 13esima mensilità.

"Procedono compatte, le compagnie di telecomunicazioni, imponendo ai consumatori aumenti allineati dell'8,6% in un anno. Senza via di scampo per chi tra gli utenti volesse giocare su concorrenza e offerte realmente più vantaggiose" denuncia infatti Altroconsumo.

© riproduzione riservata | online: | update: 15/02/2018

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Bollette a 28 giorni: su aumenti tariffe indaga Guardia di Finanza
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI