le notizie che fanno testo, dal 2010

Veneto, PFAS in alimenti: attenzione nel consumo di alcuni prodotti, dice Greenpeace

Greenpeace sull'inquinamento da PFAS negli alimenti.

"In base ai dati diffusi dalla Regione Veneto sul monitoraggio degli alimenti realizzato dall'ISS (Istituto Superiore di Sanità) è emerso che oltre il 95 per cento delle uova di produzione familiare sono contaminate da PFOS e circa l'80 per cento da PFOA, mentre in alcune specie ittiche sono stati rilevati valori massimi di PFOS fino a 122,76 nanogrammi per grammo" scrive in una nota Greenpeace.

"La Regione Veneto finalmente diffonde per la prima volta dati seri e credibili sulla contaminazione dei prodotti alimentari anche se parziali e limitati solo ad alcune delle aree inquinate" sottolinea quindi Giuseppe Ungherese, responsabile campagna inquinamento di Greenpeace Italia.
"Pur rientrando nei livelli di sicurezza indicati dall'Efsa - che per ammissione dello stesso Ministro della Salute Beatrice Lorenzin presto saranno rivisti - i dati presentano alcune importanti criticità, in particolare nelle specie ittiche, nel fegato di suino (prodotto molto impiegato nella cucina veneta) e nelle uova di produzione familiare", prosegue.
"Riteniamo che sia necessario prestare massima attenzione nel consumo di alcuni prodotti locali e soprattutto individuare e fermare le fonti di contaminazione da PFAS per non aggravare la situazione ambientale" conclude l'ambientalista.

© riproduzione riservata | online: | update: 17/11/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Veneto, PFAS in alimenti: attenzione nel consumo di alcuni prodotti, dice Greenpeace
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI