le notizie che fanno testo, dal 2010

Nucleare Italia: moratoria? Greenpeace: "una vergognosa pagliacciata"

Berlusconi nella conferenza stampa con Nicolas Sarkozy non riesce a conciliare i livelli di comunicazione tra il premier francese e il popolo italiano, rivelando la vera strategia sul nucleare italiano: la sua ineluttabilità. Greenpeace sottolinea la vera natura della "moratoria": "una pagliacciata".

Non si sa se Berlusconi si sia accorto di ciò che ha detto alla conferenza stampa con Nicolas Sarkozy riguardo al nucleare. Per molti analisti sembra che Silvio Berlusconi si sia in primo luogo preoccupato di non contraddire il premier francese prima delle conseguenze politiche delle sue parole. La notizia che il Governo avesse fatto "retromarcia" sul nucleare, facendo diventare quindi "inutile" il referendum del 12 e 13 Giugno, era ormai "passata" nelle masse tanto che c'era il serio pericolo che la maggior parte delle persone, visto lo "scampato pericolo" potesse preferire la spiaggia al seggio. Ma Berlusconi si è rovinato la festa da solo, facendo capire chiaramente che il nucleare "è un destino ineluttabile" per l'Italia. Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo di Greenpeace Italia commenta a questo proposito: "Le dichiarazioni di Berlusconi svelano, se ce ne fosse ancora bisogno, il segreto di pulcinella: la moratoria sul nucleare è una vergognosa pagliacciata per evitare il Referendum del 12 giugno". Il direttore di Greenpeace Italia sottolinea che "Il nucleare è una tecnologia in declino e può sembrare 'il futuro per tutto il mondo' soltanto a una persona la cui testa in questa materia è rivolta al passato" e ricorda ai "nuclearisti" che "il peso del nucleare sulla produzione di elettricità globale è sceso dal 17,5 per cento del 1999 al 13 per cento del 2009, e questa tendenza continuerà". "Dopo Fukushima, infatti, sarà più difficile estendere la vita utile degli impianti più vecchi, cosa che accelererà il declino del settore, che è già in atto" conclude Onufrio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: