le notizie che fanno testo, dal 2010

Fukushima e le verità nascoste: Greenpeace invia nuova squadra

Sono passate tre settimane dall'incidente nucleare in Giappone e la situazione a Fukushima è paradossale. Le informazioni non sono chiare e le autorità continuano a fornire "risposte scarse e contraddittorie". Fortunatamente Greenpeace torna a misurare in loco. E in proprio.

Fortunatamente esistono le organizzazioni indipendenti anche in campi "tecnologicamente" molto difficili e militarizzati, come quello del nucleare. E' una fortuna che organizzazioni come il CRIIRAD, l'European Committee on Radiation Risk (ECRR) e Greenpeace (insieme a tante altre) si occupino di Fukushima come si erano occupate di Chernobyl. Ciò che queste organizzazioni, insieme ad esperti di tutto il mondo continuano a ripetere è la scarsa trasparenza sui dati dell'incidente nucleare a Fukushima, un fatto che, dopo la catastrofe di 25 anni fa di Chernobyl si sperava, (soprattutto dopo il crollo dell'URSS) non succedesse più. Ecco l'importanza delle organizzazioni indipendenti per conoscere la verità e incalzare i governi a prendere delle decisioni. Greenpeace comunica che è pronta per la "seconda missione" a Fukushima dove, per la seconda volta, manderà un gruppo di esperti in radioprotezione per raccogliere nuovi dati sul fallout radioattivo nelle zone a rischio che circondano l'impianto Fukushima I. Questa volta gli esperti di Greenpeace effettueranno test sui prodotti agricoli e sul latte oltre a seguire ogni parametro della contaminazione ambientale. Questa missione non è fatta solamente per scopi scientifici ma anche per cercare di sollecitare il governo giapponese ad un'evacuazione più estesa rispetto a quella messa in atto. A questo riguardo Rianne Teule, esperta di radiazioni per Greenpeace International afferma: "A tre settimane dal disastro ci sono ancora risposte scarse e contraddittorie da parte delle autorità: la gente è confusa e corre un reale pericolo. Il nostro obiettivo è fornire dati indipendenti per impedire che la verità sulla contaminazione venga nascosta".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: