le notizie che fanno testo, dal 2010

Ferito attivista Greenpeace per salvare tonni rossi

Un attivista di Greenpeace è rimasto ferito ad una gamba dopo un'iniziativa nel Mediterraneo per liberare dalle reti dei pescherecci i tonni rossi in via di estinzione.

Un attivista di Greenpeace è stato ferito durante un'iniziativa volta a liberare dalle reti dei pescherecci la specie in via di estinzione dei tonni rossi. Il fatto è accaduto ieri nelle acque del Mediterraneo vicino Malta. Greenpeace cercava appunto di inabissare con una azione non violenta la rete piena di tonni rossi di un peschereccio francese. come reazione gli altri pescherecci hanno cercato di fermare la protesta tagliando con dei coltelli i gommoni di Greenpeace e uno degli attivisti è stato ferito con un arpione ad una gamba. L'attivista di Greenpeace è stato subito trasportato in un ospedale di Malta e pare che stia meglio, anche se la ferita è abbastanza grave. L'azione di protesta di Greenpeace è stata condotta perché la situazione dei tonni rossi è critica, talmente tanto che il pesce rischia di scomparire dai nostri mari. Greenpeace comunica che questo tipo di operazioni continueranno finché non sarà chiusa la stagione di pesca nel Mediterraneo. Solo l'Italia tra tutti i paesi europei ha deciso infatti di non pescare i tonni rossi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Greenpeace# Italia# Mediterraneo# pesca