le notizie che fanno testo, dal 2010

Papandreou: sì accordo per aiuti alla Grecia

George Papandreou, primo Ministro della Grecia, annuncia per domani mattina il Consiglio dei Ministri che ratificherà l'accordo con l'FMI e l'UE sugli aiuti per il Paese.

In piazza gli scontri, mentre nel cuore di Atene si sta per riunire il Consiglio dei Ministri. Papandreou annuncia infatti che l'accordo è stato raggiunto, sottolineando che sarà comunque "un periodo di grandi sacrifici". Il Governo greco, insieme al Fondo monetario internazionale e all'UE, si riuniranno così per ratificare l'accordo che stanzierà gli aiuti per salvare il Paese.
aiuti che da soli non basteranno a salvare la situazione. Il capo del Governo della Grecia ha già annunciato che il Paese attraverserà anni di grandi sacrifici, soprattutto a causa del necessario congelamento dei salari e delle pensioni per almeno tre anni. E addio anche alla tredicesima e quattordicesima per tutti i lavoratori pubblici. Ma Papandreou assicura, però, che al termine del suo mandato (tra quattro anni) il Paese non sarà più in bancarotta.
Per il 2010 il sostegno finanziario atto a risollevare la Grecia ammonta a 45 miliardi di euro. Di questi, 15 miliardi del Fondo monetario internazionale, con un tasso leggermente superiore al 3%, e il restante in prestiti bilaterali degli Stati membri UE (con un tasso superiore, che tocca il 5%).
E' di poco fa la nota dell'ufficio stampa del primo ministro George Papandreou, che annuncia che il Consiglio dei Ministri si riunirà alle 8.30 ore italiane, e sarà trasmesso in diretta dalla televisone greca.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: