le notizie che fanno testo, dal 2010

Grecia torna alla dracma? L'uscita dall'euro è sul tavolo

In un intervento sul suo sito, Maria Damanaki, Commissaria europea per la pesca, scrive che "lo scenario di una uscita della Grecia dall'euro ormai è sul tavolo. Il governo greco smentisce e il presidente UE dal G8 assicura che sarà fatto "di tutto per evitare il fallimento della Grecia".

In un intervento sul suo sito, Maria Damanaki, Commissaria europea per la pesca, scrive che "lo scenario di una uscita della Grecia dall'euro ormai è sul tavolo". La Damanaki spiega che "la più grande conquista della Grecia nel dopoguerra, l'euro e (la presenza) del nostro Paese nel mercato europeo è in pericolo - aggiungendo - Sono obbligata a parlare apertamente, abbiamo la responsabilità morale di guardare al dilemma con chiarezza: o troviamo un accordo con i creditori in modo che il nostro programma di duri sacrifici abbia risultati, oppure torniamo alla dracma". Una portavoce della Commissione Europea precisa in seguito che Maria Damanaki intendeva solo sottolineare ai greci che l'unica strada per la Grecia "per tornare ad avere sviluppo e occupazione" è quella che "passa per le riforme e il risanamento dei conti", precissando che "Bruxelles guarda con fiducia alla Grecia e alla prospettiva che Atene faccia tutto il necessario per uscire dalla crisi ancora più forte di prima", come riporta l'Ansa. A smentire nettamente le dichiarazioni di Maria Damanaki è il portavoce del governo greco, George S. Petalotis, affermando invece che non c'è "alcuna discussione" riguardo una eventuale uscita della Grecia dalla moneta unica, sottolineando come il futuro del Paese sia solo "nel quadro dell'euro". Intanto, a margine del G8 di Deauville il presidente della UE, Herman Van Rompuy, ci tiena a precisa che sarà fatto tutto il possibile "per evitare il fallimento della Grecia".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: