le notizie che fanno testo, dal 2010

Grecia: elezioni politiche a febbraio 2015. Borse versus Syriza?

La Grecia andrà al voto anticipato a febbraio 2015 poiché è fallito anche l'ultimo tentativo di eleggere il Presidente della Repubblica. Ancora in vantaggio nei sondaggi il partito Syriza, che ha come suo leader Alexis Tsipras, ma c'è già chi teme che le Borse possano influenzare la libertà dei cittadini ellenici di scegliere i propri rappresentati.

La Grecia andrà al voto anticipato a febbraio 2015. Nell'ultima votazione, l'unico candidato in corsa, Stavros Dimas, ha infatti ottenuto 168 voti contro la maggioranza qualificata di 180 voti necessaria per essere eletto al terzo decisivo scrutinio. Secondo la legge legreca, quindi, saranno ora indette nuove elezioni politiche, e non è escluso che il partito Syriza, che ha come suo leader Alexis Tsipras, possa conquistare la maggioranza di governo. Una possibilità che sembra piacere agli ellenici (e a molti non europeisti) ma che potrebbe mettere in crisi le Borse. Proprio il timore di un eventuale crollo dei mercati sta infatti in queste ultime settimane riducendo il vantaggio di Syriza, che sembra intenzionata a rinegoziare l'accordo di salvataggio con l'Unione europea e il Fondo monetario internazionale (FMI), e a ridurre il rigore finanziario imposto dai creditori internazionali. Ancora una volta, quindi, i mercati finanziari (e gli eventuali speculatori) rischiano di influenzare la libertà dei cittadini di scegliere i propri rappresentati.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: