le notizie che fanno testo, dal 2010

Grecia: Papandreou cambia i vertici militari. Distruzione euro vicina?

Il premier della Grecia George Papandreou annuncia il cambiamento di tutti i suoi vertici militari, e a qualcuno saranno tornate alla mente le parole dette pochi giorni fa da Nicolas Sarkozy.

Dopo l'annuncio del referendum (http://is.gd/jSUHZr), il premier greco George Papandreou rivela anche il cambiamento di tutti i suoi vertici militari, tanto che a qualcuno saranno tornate alla mente le parole dette da Nicolas Sarkozy durante un incontro con Angela Merkel circa un paio di settimane fa (http://is.gd/eHzFGy), quando spiegava che "coloro che distruggono l'euro si assumeranno la responsabilità per la ripresa dei conflitti nel nostro continente". Papandreou assicura che il rimpasto militare, dove verranno sostituiti i capi di Stato maggiore di Esercito, Marina e Aviazione, il capo di Stato maggiore Interforze e circa una dozzina di alti ufficiali dell'Esercito e della Marina, era programmato da tempo, ma che in Grecia stia cominciando a cambiare qualcosa sembra ormai ovvio. Finora l'unica via d'uscita per la crisi sembrava essere quella del progressivo depauperamento dello Stato, e dei diritti. Ma con il referendum tutto potrebbe mutare. Se vince il "sì", cioè i greci accettano gli ulteriori aiuti dell'UE, Papandreou potrà continuare nella sua politica di forte austerity. Se vincono i "no", per la Grecia il default è quasi inevitabile, come la sua uscita dall'euro, rischiando di trascinare a fondo l'intera Unione europea. In entrambi i casi, ipotizza qualche attento analista, il governo ellenico sembra preferire avere dalla sua tutti i vertici delle forze armate.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: