le notizie che fanno testo, dal 2010

Grecia: MSCI la declassa da Paese sviluppato a Paese emergente

La Grecia non è più un Paese sviluppato, e non certo perché il governo di Samaras ha chiuso l'unica tv e radio di Stato. Ha decretare che la Grecia è solo un Paese emergente è la MSCI perché il mercato ellenico non sarebbe più in grado di soddisfare i diversi criteri di accessibilità per avere lo status di Paese sviluppato, come quelli sulle procedure prestiti, short selling e trasferibilità dei titoli.

La Grecia non è più un Paese sviluppato. A decretarlo non la decisione del governo Samaras che ha chiuso l'unica tv e la radio di Stato della Grecia, la Ert, ma la MSCI, nata come Morgan Stanley Capital International nel 1969 e trasformatasi in MSCI-Barra nel 2004 acquisendo la Barra Inc. Come riporta brevemente Wikipedia, "la MSCI calcola e pubblica il valore panieri e di molteplici indici azionari internazionali, che sono usati in molti fondi comuni, ETF e da investitori privati come parametro di riferimento (benchmark) per lo sviluppo del rendimento del loro portafoglio". E per la MSCI, la Grecia non è più degna di essere un paese sviluppato, come lo è stata negli ultimi 12 anni. Al massimo, ed è lì che viene posizionata, è un Paese emergente. In una crisi già devastante per la Grecia, che per ottenere due pacchetti di salvataggio dalla troika UE - BCE - FMI ha tagliato pensioni, salari e dipendenti, il declassamento da parte della MSCI "potrebbe portare gli investitori che seguono questi indicatori a vendere titoli azionari del paese mediterraneo", come sottolinea Il Sole 24 Ore.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# BCE# crisi# FMI# governo# Grecia# Morgan# Paese# pensioni# salari# Sole# UE# Wikipedia