le notizie che fanno testo, dal 2010

Grande Fratello 11: dopo Matteo, Pietro bestemmia. Lui uscirà?

Il Grande Fratello 11 sembra essere diventato il festival delle bestemmie. Dopo aver sdoganato l'ingiuria, visto che Matteo non è stato squalificato, ora bestemmia anche Pietro. Il GF farà come i farisei e adotterà "due pesi e due misure", citando Signorini?

Come si comporterà ora il Grande Fratello con Pietro Titone, visto che non ha squalificato Matteo Casnici per la bestemmia che ha pronunciato perché secondo la produzione "le parole pronunciate, il contesto e il modo in cui quelle parole sono state dette fanno pensare che non ci fosse una reale intenzione blasferma"? Pietro infatti, mentre era a tavola con le due nuove inquiline della Casa, ripete la bestemmia che ha pronunciato l'anno scorso Massimo Scattarella e che gli era costata l'eliminazione dal gioco.
E la bestemmia non è passata neanche inosservata visto che Giuliano Cimetti, che gli era seduto accanto, l'ha immediatamente guardato riprendendolo stupito.
Pietro potrebbe a questo punto affermare, se ripreso nella puntata di lunedì per questa bestemmia, che anche lui non aveva una "reale intenzione blasferma".
E Alessia Marcuzzi, come ha fatto con Matteo, potrebbe ancora sostenere che anche questa ingiuria è solamente una espressione "poco natalizia"? E come la penserà ora la madre di Matteo, catechista, che aveva sostenuto in trasmissione che teologi e parroci le averebbero assicurato che "se non c'è intenzionalità di offendere non è bestemmia"? Citando invece Alfonso Signorini, il Grande Fratello non potrà fare come "i farisei e adottare due pesi e due misure". Quindi o escono o rimangono entrambi.
Ma se rimane Pietro, allora Massimo Scattarella avrebbe tutte le ragioni di rientrare nel gioco, visto che la bestemmia pronunciata pare essere la stessa e chi può dire, a questo punto, se aveva o meno intenzione di offendere la divinità? Come questo blog ha già scritto il Grande Fratello, sdoganando la bestemmia in TV, non solo ha creato un pericoloso precedente ma se ne assumerà tutta la responsabilità storica e sociale.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: