le notizie che fanno testo, dal 2010

Vatican: pedofilo.com ancora raggiungibile da Google

Ancora presenti nella "cache" di Google le pagine del sito "pedofilo.com". Se in qualsiasi parte del mondo si cerca la parola "vatican" si otterrà come primo risultato il sito "pedofilo.com". Il sito sembra trasmettere da Houston, Texas. Grave falla del motore di ricerca che potrebbe essere causata dal nuovo algoritmo "Caffeine" lanciato in pompa magna qualche settimana fa. Parte la caccia ad altri siti "falsi".

Chiunque nel mondo digiti "vatican" avrà come risultato su Google un sito il cui indirizzo è "pedofilo.com".
Se si cerca di raggiungere il sito www.pedofilo.com ora si riceverà una pagina "errore 500" un "Internal Server Error", ovvero il sito non è raggiungibile forse perché lo stesso provider ha provveduto a spegnerlo.
Ma come si fa ancora a vederne le pagine e a navigarci, seppur limitatamente all'interno? Semplice, ci pensa Google! Basta infatti digitare site:pedofilo.com (sono le ore 20.30 del 17 luglio 2010) e, cliccando su ogni link su "Copia cache", possiamo navigare grazie al motore di ricerca di Mountain View sulle pagine del sito pedofilo.com.
Dalle indagini sommarie che si possono fare su internet, pedofilo.com, il sito che Google ritiene con i suoi algoritmi più rappresentativo per la chiave di ricerca "vatican" è stato acquistato nell'aprile 2005 e sembra trasmettere ("is hosted") da Houston negli Stati Uniti.
Google sembra rimanere "immobile" sull'accaduto e non ha ancora cancellato il risultato "manipolato". Riuscire a manipolare Google in questi termini è molto grave e il motore di ricerca risulterebbe davvero fragile dopo il lancio del suo nuovo algoritmo Caffeine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: