le notizie che fanno testo, dal 2010

Strage Parigi a Charlie Hebdo: anche Google con nastro nero a lutto

Anche Google è in lutto per la strage di Parigi, dove due terroristi hanno attaccato la sede della redazione del settimanale Charlie Hebdo. Google ha infatti esposto un nastro a lutto (black ribbon) nella homepage del motore di ricerca. Non è la prima volta che Google visualizza un nastro nero in segno di lutto.

Anche Google è in lutto per la strage di Parigi, dove due terroristi hanno attaccato la sede della redazione del settimanale Charlie Hebdo, uccidendo 10 giornalisti, 2 poliziotti e ferendo 11 persone (tra cui 4 in maniera grave). Le autorità francesi hanno individuato i due sospetti terroristi, i fratelli Chérif e Saïd Kouachi, 32 e 34 anni, nati a Parigi, nella zona dell'Aisne (regione della Piccardia). Mentre sui social network, come Twitter, prosegue la solidarietà attraverso l'hashtag #JeSuisCharlie, in Francia le bandiere saranno tenute a mezz'asta per tre giorni, mentre in segno di lutto a mezzogiorno si è osservato un minuto di silenzio. Anche lo statunitense Google si mostra quindi in lutto per la strage di Parigi, che rappresenta una sorta di 11 Settembre francese per la gravità dell'attacco. Nella homepage del motore di ricerca, Google ha esposto infatti un nastro a lutto (black ribbon). Non è la prima volta che Google visualizza un nastro nero in segno di lutto. La prima volta è stato dopo l'attacco alle Torri Gemelle nel 2001, e in seguito il black ribbon è stato pubblicato in segno di solidarietà per le vittime degli attentati del 7 luglio 2005 a Londra, dell'uragano Katrina, del volo MH17 della Malaysia Airlines e oggi per quelle dell'attacco a Charlie Hebdo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: