le notizie che fanno testo, dal 2010

Google ordina la posta prioritaria su Gmail

Ora Big G ha deciso che è abbastanza intelligente per decidere la "priorità" della posta per un utente di Gmail. Le lettere importanti saranno dichiarate "prioritarie". Quando le leggerà anche per noi?

Google inventa la "posta prioritaria" e su Gmail annuncia una nuova funzione per tutti gli aficionados del suo servizio, soprattutto per quelli che si fidano ciecamente di Big G e dei suoi algoritmi di ricerca che stavolta promettono di "scegliere" nella posta in arrivo, le missive più importanti per metterle in evidenza.
La Gmail priority inbox, così dovrebbe chiamarsi, come si legge nel blog di Google, permetterà automaticamente di riconoscere i messaggi "importanti e ancora non letti" dal ciarpame dei comuni mortali.
L'esigenza di creare un algoritmo che scelga la "posta prioritaria" sembra che sia venuto perché pare che in media per "guardare" la posta ci si metta oltre dieci ore a settimana (no comment).
L'algoritmo, probabilmente basato non solo dal numero di "replay" su quel "contatto" e sul fatto che ci chattiamo o che gli (o le) abbiamo fatto una "cartellina tutta sua" (sempre al "contatto" di posta) si baserà anche sui soliti arcani (ma prevedibilissimi) algoritmi che cercheranno di appigliarsi a qualsiasi indizio per portare a termine la scelta di Gmail sulla posta che ci interessa (che diventerà prioritaria) e su quella che non ci interessa. La tendenza dell'utente medio sembra sia essere sempre più delegare a qualcuno "la scelta", se quel qualcuno è un computer ci troveremo presto in una topica puntata di Star Trek della prima serie.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# algoritmo# blog# computer# Google# ricerca# Star Trek