le notizie che fanno testo, dal 2010

Google SOPA: "Dillo al Congresso: Per favore non censurare la rete!"

Google mette un link sotto il suo logo contro SOPA e PIPA, mentre Wikipedia "in inglese" oscura tutte le sue pagine web. L'obiettivo è quello di fermare la "censura" sul web che sarebbe una diretta conseguenza delle leggi in discussione al Congresso americano. "Congresso, ci senti?", in PDF.

Anche Google come altri giganti del web come Mozilla, WordPress, Wikipedia, Flickr e molti altri (la lista completa è sul sito http://sopastrike.com/) partecipa alla "più grande protesta online della storia". L'obiettivo dei "manifestanti digitali" è quello di fermare due proposte di legge in discussione negli Stati Uniti. Il 24 gennaio infatti il Congresso voterà la "censura" di internet al Senato, "anche se la maggioranza degli americani si sono opposti" dice in una nota "Fight for the Future", l'organizzazione no-profit che ha coordinato Sopa Strike. Le leggi da fermare sono chiamate SOPA e PIPA. Anche se la SOPA (Stop Online Piracy Act) sembra ormai un pericolo passato, data l'opposizione in ultimo anche della Casa Bianca, è PIPA (PROTECT IP Act) a continuare il suo preoccupante iter al Senato. Mentre Wikipedia in lingua inglese ha scelto la strada dell'"oscuramento" per 24 ore, Google, nell'home page internazionale (Google.com) ha deciso di mettere sotto il suo logotipo, quasi fosse una sorta di "doodle", la scritta "Tell Congress: Please don't censor the web!" ("Dillo a Congresso: Per favore non censurare la rete!"). Il link di Google.com va a finire in una "landing page" dove si trova un "infografico" in PDF intitolato emblematicamente "Congresso, ci senti?" (qui il link per scaricarlo http://is.gd/XSEQHQ).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: