le notizie che fanno testo, dal 2010

Google BlindType: lo smart T9 di Android

Google compra BlindType tecnologia che permette di scrivere sulle tastiere unte degli smartphone e dei tablet senza sbagliare una virgola, a patto di scrivere come pensano tutti.

Google è una madre assennata per il suo piccolo Android e va a fare shopping di omogeneizzati software in giro per il mondo per renderlo più forte e perché possa mettere su dei dentini forti per mangiare cibi solidi, ad esempio una bella Mela grattuggiata su un bel tablet iPad. E' una questione solo di tempo e di soldi. Così mamma Google è andata a fare shopping tra le promettenti start up americane, teneri germogli per Mamma Google che si possono strappare facilmente. Il suo piccolo Android verrà nutrito con un software di "mobile typing" che si chiama BlindType che sarà di aiuto per non impazzire con le tastiere virtuali delle decine di smartphone (e di tablet) presenti e futuri. Mamma Google che scende da Mountain View, mica dalla montagna del sapone, sa bene che il "T9" del futuro, ovvero il software di "predictive text" farà la differenza tra l'unto dei vetri dei dispositivi a sfioramento.
BlindType funziona infatti come un intelligentissimo "T9" dei vecchi telefonini (e come iTAP di Motorola o il "LetterWise" dalla Eatoni) e cerca di predire ciò che si scrive sui tasti virtuali dei terminali Android. Sembra che questo software sia davvero veloce e predittivo, come un altro trucchetto "chiaroveggente" di Mamma Google, il Google Instant che sta facendo diventare matti gli utenti di mezzo mondo.
La "predizione" su ciò che "si andrà a scrivere" sulla tastiera dotata di Android BlindType sembra davvero sorprendente anche se sarà davvero perfetta, dicono gli insegnanti, quando l'analfabetismo crescerà un po' di più e finalmente tutti scriveremo la stessa cosa. Io amo il Gran Fratello (di Mamma Google?).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: